Precari degli enti locali. Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl Sicilia rilanciano: "Bene le stabilizzazioni, ma dopo 30 anni stop al part time"

Maggio 28, 2020

Precari degli enti locali. Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl Sicilia rilanciano:

"Fa piacere leggere degli annunci del governo Musumeci in merito alla definizione delle stabilizzazioni dei precari degli enti locali, compresi quelli che operano negli enti in dissesto. Auspichiamo che il percorso scelto - un ddl da sottoporre all’Ars che possa, poi, superare anche il vaglio della Presidenza del Consiglio dei Ministri - sia davvero percorribile e porti a una reale svolta per questi lavoratori". A dirlo sono i segretari generali siciliani Gaetano Agliozzo della Fp Cgil, Paolo Montera della Cisl Fp ed Enzo Tango della Uil Fpl, riferendosi alla nota dell'assessore per la Funzione pubblica e gli Enti locali Bernardette Grasso.

E rilanciano: "Ma, a distanza di 30 anni, non è più sostenibile che questi lavoratori, impiegati in servizi fondamentali per le Autonomie locali, siano ancora utilizzati a tempo parziale (mediamente a 18 ore settimanali). Occorre un ulteriore sforzo e portarli a tempo pieno, solo così si potrà giungere a una reale conclusione di questa piaga sociale".

"Serve la collaborazione di tutte le forze politiche, regionali e nazionali, di maggioranza e di opposizione, delle parti sociali e datoriali. Fp Cgil, Cisl Fp, uil Fpl portano avanti questa battaglia ormai da anni - concludono i segretari generali - e non ci fermeremo fino a quando non ce la saremo lasciata definitivamente alle spalle".