Asu, passi avanti per la stabilizzazione. I sindacati in audizione all'Ars: "Le norme nella prossima Finanziaria"

Ottobre 27, 2020

Asu, passi avanti per la stabilizzazione. I sindacati in audizione all'Ars:

"Passi avanti verso la stabilizzazione del personale Asu della Regione siciliana". Lo hanno annunciato Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Temp al termine dell'audizione delle organizzazioni sindacali che si è svolta questa mattina in Commissione V "Cultura, Formazione e Lavoro" all'Assemblea regionale siciliana e a cui hanno partecipato gli assessori alla Cultura, Alberto Samonà, e al Lavoro, Antonio Scavone. In particolare, la convocazione di oggi è stata dedicata ai circa 300 precari Asu impegnati nel settore dei Beni Culturali, per analizzare le conseguenze derivanti dalla recente pronuncia della Corte Costituzionale circa la loro "utilizzazione diretta" da parte della Regione.

"È l’esempio concreto - dicono i segretari generali Gaetano Agliozzo, Paolo Montera e Danilo Borrelli - di un settore nel quale grazie a questi lavoratori si riesce a tenere aperti molti siti che sarebbero altrimenti scoperti a causa delle carenze di organico. Ma si tratta di una condizione che accomuna tutti i 4.663 Asu con alle spalle una lunghissima storia di 23 anni di precariato con un sussidio di soli 590 euro".

"Il Governo - proseguono i sindacalisti - è chiamato ora a tradurre gli intendimenti presi in norme della prossima Finanziaria. E a questo scopo verrà presto convocato un tavolo tecnico per approfondire le questioni discusse oggi". 

"È ovvio che non ci sfuggono le difficoltà legate alle capacità assunzionali e alla situazione finanziaria dell’isola - concludono Agliozzo, Montera e Borrelli - ma è la Regione, quale ente utilizzatore, che deve farsi carico del processo di stabilizzazione. Non permetteremo che si segua lo stesso copione dello scorso anno, quando si era convenuto su un percorso che poi è stato via via accantonato. Resteremo vigili e continueremo a pressare fino a quanto non otterremo risultati concreti".

Leggi qui la nota unitaria:

Comunicato su Audizione ASU 27_10_2020.pdf